on the road america

Death Valley

State organizzando il vostro viaggio On-The-Road dalle parti della WestCoast Americana?

Vi do qualche consiglio in base alla mia recente esperienza negli Stati Uniti d’America (Aprile-Maggio 2017).

ITINERARIO

Con grande fortuna sono riuscito a trovare un volo diretto da Roma (Fiumicino) a Los Angeles di 12 ore e mezza a circa 400 euro, quindi il mio itinerario è iniziato da li…

Ma solo per noleggiare l’auto!

Mi sono messo subito in marcia perché avevo deciso di lasciarmi Los Angeles come ultima tappa del mio viaggio, visto che dovevo comunque tornarci per riprendere il volo del ritorno.

Così dopo aver percorso la lunga strada che mi separa da LA a LasVegas sono arrivato in questo grande “parco giochi per adulti” in serata.

Il che il colpo d’occhio è stato dei migliori: immaginate una lunghissima strada che scorre dritta in mezzo al deserto, poi delle luci sullo sfondo (che iniziano a vedersi anche a decine e decine di km dall’arrivo in città) e poi l’impatto con grandi palazzi, musica e luci colorate ovunque!

Volevo andare subito a dormire visto le 12 ore di viaggio e le quasi 5 di macchina, ma una volta arrivato li la voglia di fare un giro era troppa! Così dopo aver depositato lo zaino in Hotel sono sceso in strada per una visita notturna della “Las Vegas Strip” (la strada principale che taglia Las Vegas in due, dove sono collocati i principali hotel e casinò della città)

LAS VEGAS (2 notti)

Las Vegas la odi o la ami.

La visiti, la vivi, oppure la ignori completamente.

Non aspettatevi monumenti storici (reali, non le copie della piccola Parigi o della statua della libertà :D) o bellezze naturali (al suo interno).

Quello che c’è da vedere a Las Vegas è.. Las Vegas!

Entrate a fare un giro nei principali Hotel della città, lasciatevi tentare (senza esagerare naturalmente e con la testa!) dai suoi casinò.

Trascorrete una serata a divertirvi spensierati. Sarete catapultati in un luogo totalmente diverso da ogni città del mondo.

Il mio consiglio, è quello di percorrere la Las Vegas Strip (dove consiglio vivamente di prendere anche un hotel, per poterla girare tranquillamente a piedi) e visitare i principali Hotel:

Il Bellagio, il Caesars Palace, l’Excalibur, l’MGM e immancabile un salto al New York New York Hotel, dove potrete salire sulle montagne russe che girano vertiginosamente intorno all’hotel 🙂

Attenzione naturalmente ai PREZZI. Las Vegas è una città molto dispendiosa!

La mia scelta è stata quella di prendere una stanza d’appartamento al Luxury Suites International at Signature (non lasciatevi spaventare dal nome, l’ho pagato meno della media di Las Vegas!) e dopo aver fatto spesa ad uno dei tanti market che si trovano lungo la Strip, mi sono cucinato e fatto panini da solo, risparmiando un bel pò!

RED ROCK CANYON (1 notte)

A circa 20km dalla caotica Las Vegas, c’è questo piccolo gioiellino che in moltissime persone sottovalutano.

Motivo per il cui, durante la mia visita ho incontrato pochissime persone!

Ma posso garantirvi che ne vale la pena.

Molti percorsi trekking si snodano una volta arrivati al parcheggio principale, vi basterà lasciarvi guidare dal sentiero e godere della vista una volta arrivati in cima al Canyon di roccia rossa!

Veramente consigliato per la visita di una giornata (o anche meno.. io sono stato li circa 6 ore ed ho goduto di un buonissimo panino col tonno in cima ad un grande roccia.)

GRAND CANYON (2 notti)

Il Grand Canyon è sicuramente uno dei luoghi più visitati di questa parte d’America.

Proprio per questo motivo, se andrete li in alta stagione, dimenticatevi di essere soli.. Soprattutto nei principali luoghi d’interesse.

South Rim o North Rim?

Se non avete molto tempo e arrivate da Las Vegas, la scelta del South è sicuramente la più appetibile: più vicino, molto più turistico.

Offre comunque vedute spettacolari sulle sue gole e non è affatto da sottovalutare. Grandview Point, Hopi Point, Hermits Rest, Mather Point (dove troverete anche il centro visitatori per raccogliere tutte le informazioni), sono solo alcuni dei punti di osservazione del Canyon.

Il punto più alto e quindi il più panoramico del South Rim è il Desert View dove potrete godere di un bellissimo panorama a 360 gradi.

In questa parte del Grand Canyon troverete anche una navetta gratuita che vi sposterà nei principali luoghi d’interesse.

Il North Rim invece è la parte più a nord e di conseguenza, anche la meno turistica.

Non ci sono le navette e sicuramente molte meno persone.

Da qui partono anche molti trekking, dai più facili e di piccola durata, fino a quelli più impegnativi dove è estremamente consigliato di portarsi acqua, cibo e tutte le necessità con se, visto che non troverete nulla durante il percorso.

DEATH VALLEY (1 notte)

Ci sono tante cose che non si possono perdere in un tour on the road in America… La Death Valley è sicuramente una di quelle!

Vale assolutamente la pena trascorrere almeno un giorno nell’attraversarla tutta da parte a parte.

Per chi, come me, proviene da Las Vegas, troverete anche un simpatico store chiamato “Area 51” con un grande alieno disegnato sopra l’insegna, dove potrete mettere benzina e comprare qualcosa da mangiare e da bere (soprattutto) prima di addentrarvi nella “Valle della Morte”.

Per chi non sa di cosa sto parlando, potete immaginarvi la Death Valley come una lunga, lunghissima, distesa di NIENTE.

Non è proprio così, anzi. Troverete paesaggi unici nel suo genere che non dovete perdere per nessun motivo al mondo! 🙂

– Badwater. Circa 90 metri sotto il livello del mare, il grande lago ormai prosciugato a dato vita ad un immensa distesa di sale. Vi sembrerà di camminare sulla luna!

– Zabriskie Point. Troverete un comodo parcheggio che vi permetterà di parcheggiare proprio davanti una piccola salita che percorrendola fino in cima, vi mostrerà le montagne di Zabriskie Point in tutto il loro splendore!

– Mesquite Flat. 40km di dune di sabbia nel bel mezzo della strada!

Altri punti d’interesse: la città fantasma di Rhyolite (al senso opposto, quindi per chi entra nella Death Valley e si dirige verso Las Vegas) , Dante’s View, dove potrete ammirare dei colori unici all’alba e lo Scotty’s Castle, un castello nel bel mezzo del deserto, che purtroppo per me era in fase di ristrutturazione e non ho potuto visitarlo (si dice che sarà in ristrutturazione fino al 2019. Controllate sul web prima di recarvi li).

SEQUOIA NATIONAL PARK (1-2 notti)

Tappa obbligatoria, anche per una sola giornata è il Sequoia National Park!

Sicuramente uno dei parchi più belli (e anche più sottovalutati, vista la poca presenza di turisti) di tutta la California!

Escluso il famosissimo General Sherman, l’albero più grande del nostro pianeta, questo parco offre panorami e vedute uniche nel suo genere.

Parcheggiando l’auto, potrete percorrere molti sentieri a piedi dove verrete catapultati in luoghi che sembrano usciti da un racconto di Tolkien.

– Moro Rock. Se sarete fortunati e non troverete nebbia, salendo in cima a questa gigante roccia di granito, potrete godere di una vista mozzafiato su tutto il Sequoia National Park. Vale assolutamente la pena!

– Giant Forest Museum

ATTENZIONE: Nel mio (sfortunato) caso all’ingresso del parco, sono stato fermato perché c’era pericolo di neve in strada e mi hanno obbligato (se volevo entrare nel parco) a noleggiare le catene per le neve pagandole la bellezza di 55 dollari per un giorno.

Date un occhiata al meteo prima di arrivare al Sequoia National Park!

YOSEMITE NATIONAL PARK (3 notti)

Qui potrei dilungarmi per ore ed ore, ma ve la farò breve: lo Yosemite National Park è probabilmente una delle cose più belle che io abbia visto nella mia vita.

Ho avuto la fortuna e la possibilità di dormirci al suo interno per qualche giorno e vi posso garantire che ogni ora in più trascorsa in questo parco è oro.

Le cose da vedere sono TANTISSIME e dipende molto dai vostri gusti.

C’è la possibilità di vedere tutto e di spostarsi con le navette gratuite che si snodano lungo il parco.

Per chi invece ha voglia di fare un po di sport, ci sono tantissimi sentieri che vi permetteranno di fare brevi o lunghe passeggiate all’interno del parco.

-Half Dome. Una roccia di granito collocata nella contea di Mariposa, alta 2.694 metri

-El Capitan. Divenuta ancora più famosa negli ultimi mesi per la folle impresa di Alex Honnold, che ha deciso di scalare i suoi quasi 2.300 metri senza nessun tipo di protezione o imbracatura di sicurezza.

-Mirror Lake. Il nome non gli è stato dato senza motivo 🙂 Come potrete immaginare, in questo bellissimo lago posto al centro della valle, sarà possibile scattare delle foto pazzesche giocando l’effetto “specchio” dell’acqua!

-Yosemite Fall’s, Bridalveil Fall e Nevada Fall, sono 3 delle principali cascate che troverete all’interno del Parco.

-Tunnel View è uno dei punti panoramici più belli del parco. Andate li alle prime luci dell’alba (o al tramonto)..!

SAN FRANCISCO (2-3 notti)

Personalmente ho vissuto San Francisco come una grande conferma, quella di poter dire che ad oggi, è una delle città più belle del mondo che io abbia visitato.

Una città unica nel suo genere, che offre servizi, strutture ricettive, cibo, monumenti e divertimento, al di sopra della media delle città americane.

I punti d’interesse sono tantissimi:

-Golden Gate Bridge

-Penitenziario federale di Alcatraz

-Fisherman’s Wharf

-Union Square

-Chinatown

-Pier 39

-Golden Gate Park

-Lombard Street

-Coit Tower

-Aquarium of the Bay

-Presidio di San Francisco

-Twin Peaks

-Painted Ladies

Ma su questa splendida città sto preparando un articolo a parte, perché merita davvero tanto e parlarne qui sarebbe riduttivo! (Presto ONLINE!)

LOS ANGELES (2 notti)

Come San Francisco mi ha colpito al cuore (in modo positivo), Los Angeles è stata l’esatto opposto.

Sarà stato perché ero al termine del mio fantastico tour, la stanchezza.

O forse perché, da enorme appassionato di cinema, mi ero fatto un idea di Los Angeles che poi non corrispondeva alla realtà.

Mi ha dato l’idea di essere una città sporca, che si sta lasciando andare un pò troppo.

Ci sono comunque tantissime cose belle e positive da fare e da vedere in questa città, che meritano assolutamente il nostro tempo!

– uno su tutti, gli Universal Studios Hollywood. Per chi ama il cinema (ma anche per chi ha solo voglia di curiosare e divertirsi), questo è il posto perfetto!

– Griffith Park

– Walk of Fame

– Walt Disney Concert Hall

– Los Angeles County Museum of Art (divenuto famoso più per l’istallazione artistica dei “lampioni di luce” che si possono trovare all’esterno)

– Hollywood sign

– Santa Monica

– Venice Beach

CONSIGLI E SUGGERIMENTI

Un viaggio On The Road negli Stati Uniti è un pò il sogno della maggior parte dei turisti e viaggiatori di questo mondo.

Se preso con il giusto tempo e spirito, trascorrerete un esperienza davvero indimenticabile su quelle strade.

Nel titolo ho scritto “15 giorni” perché solo per questa parte d’America sono il minimo che gli si può dedicare.

Correre per le strade, fermarsi al volo e scattare cento foto, non renderà giustizia ai luoghi che incontrerete strada facendo.

Non dimenticate mai di tenere d’occhio il serbatoio della vostra benzina. Non correte MAI il rischio di restare senza rifornimento, soprattutto in alcuni tratti di questo itinerario (da Las Vegas a San Francisco, passando per la Death Valley – Sequoia National Park e Yosemite).

Sul discorso pernottamento, dipende dal periodo in cui deciderete di affrontare questo viaggio.

Una cosa che mi sento di consigliarvi, visto che mi sono trovato spaesato anch’io in alcuni momenti, è quello di prenotare con netto anticipo i Campeggi se la vostra intenzione è quella di dormire (ad esempio all’interno dello Yosemite) con la vostra tenda.

Troverete campeggi che già diversi MESI prima saranno Full! E non parlo solo dei mesi di Luglio e Agosto (io sono andato ad Aprile e le disponibilità erano già terminate da diverse settimane!).

Quindi se avete un idea di itinerario e avete voglia di risparmiare, vi consiglio vivamente di prenotare con netto anticipo.

Tessera dei Parchi USA.

Quando farla e quando no.

L’ingresso ai parchi Americani, soprattutto quelli principali è a PAGAMENTO e hanno un costo che varia dai 20 ai 30 dollari.

Naturalmente non ha senso comprare la Tessera dei Parchi se avete intenzione di visitare 1 o massimo 2 parchi.

In questo itinerario, visitando il Grand Canyon (North e South Rim, ad esclusione del West), lo Yosemite e il Sequoia, spenderete già l’equivalente al costo della tessera (circa 80 dollari).

Con questa tessera, potrete entrare e uscire dai parchi tutte le volte che vorrete, ad esclusione dei parchi delle riserve indiane come ad esempio l’Antelope Canyon o la Monument Valley.

Potrete acquistare la tessera al primo parco che visiterete e avrà una durata di un anno o potrete farlo OnLine sul sito ufficiale.

In più, potrete passare la vostra tessera ad un amico, una volta che voi deciderete di non utilizzarla più.

Dietro la tessera infatti, c’è la possibilità di inserire 2 firme: la prima sarà la vostra e la seconda per chi riceverà il vostro regalo 🙂

Per il resto, vi lascio i video della mia permanenza negli States 🙂